Porte in legno massiccio: ecco quando sono una soluzione efficace

Porte in legno massiccio: ecco quando sono una soluzione efficace

L’universo delle porte da interno è in continua e rapida espansione: qualsiasi appassionato di arredamento sa alla perfezione come il legno rappresenti il materiale più utilizzato. Merito, come si può facilmente intuire, sia dell’elevato livello di resistenza che di praticità. Le porte in legno massiccio, poi, riescono ad abbinare anche un’estetica di ottima fattura e un’eleganza innata.

Questo tipo di porte in legno sono uno degli elementi d’arredo più tipici di uno stile d’arredamento classico e artigianale. La bellezza e l’eleganza di certe venature che caratterizza questo stupendo materiale permettono di avere all’interno della propria abitazione delle porte dal fascino indiscutibile. Non bisogna dimenticare anche come ci siano numerose opportunità di eseguire finitura e disegni, in modo tale da adattare queste porte praticamente a qualsiasi ambiente.

Porte in legno massiccio, sinonimo di robustezza e resistenza

Le peculiarità del legno massello permettono di sfruttare numerosi sistemi di lavorazione per creare delle porte che riescano ad abbinare robustezza e resistenza. Nella maggior parte dei casi, la struttura delle porte in legno massiccio possono essere sviluppate in tamburato o in listellare, ma anche in massello in legno lastronato, in modo tale da aumentarne la durata nonostante il passare degli anni.

La struttura si presenta con una grande stabilità per merito della tecnologia del massello di legno lastronato oppure lamellare. Il sistema del legno listellare prevede l’uso di listelli in legno che vengono incollati in modo perpendicolare, facendo in modo quindi che il pannello non possa deformarsi. La tecnica del legno tamburato prevede una struttura a sandwich con un interno decisamente più leggero. Per quanto riguarda la finitura in legno, invece, la sua creazione può comportare l’utilizzo di tranciati di legno di notevole qualità, ricoprendo le diverse componenti fondamentali della porta.

Tra le principali tipologie di porte in legno massiccio troviamo certamente quelle con l’apertura a battente. Si tratta del modello più diffuso, visto che garantisce il più alto grado di versatilità e riesce ad adeguarsi davvero a ogni stile e ambiente in cui viene inserito.

Le varie tipologie di apertura

Le principali alternative sono rappresentate da modelli creati in vetro oppure in laminato, che possono vantare la presenza di numerose modi di apertura. Alcune, infatti, hanno un’apertura a scorrimento, altri si piegano oppure hanno una struttura complanare caratterizzata da un design tipicamente minimale.

Le porte in legno massiccio tradizionali possono essere laccate oppure in essenza e in alcuni casi hanno anche un battente più leggero. Si tratta di prodotti che non hanno eguali sotto il profilo estetico e riescono a donare un tocco di innovazione ed eleganza a qualsiasi ambiente. Il design moderno ha raggiunto un ideale mix tra arredo e architettura.

Dando uno sguardo alle porte in legno massello, troviamo diverse caratteristiche interessanti: fra tutte, un elevatissimo livello di isolamento dal punto di vista termico, ma anche acustico. Sono in grado di garantire anche un elevato livello di resistenza rispetto all’azione degli agenti atmosferici, senza dimenticare come si possano tinteggiare e verniciare senza alcun problema. Il pino è una delle essenze più utilizzate, soprattutto perché garantisce durezza e resistenza.

Lascia un commento