lavori estivi part-time

Lavori estivi part-time: i più gettonati

Per molti estate vuol dire meritato riposo, vacanze, mare (o montagna)… insomma, relax dopo i duri mesi invernali e lo stress del lavoro. Per altri, sopratutto per i più giovani, l’estate è invece il periodo adatto per mettere da parte qualche soldino, magari attraverso un lavoro part-time che lasci anche il tempo per divertirsi. Sono molti gli studenti universitari che tra una sezione e l’altra preferiscono mettersi a lavorare per potersi mantenere da soli.

Ma sono tanti anche i giovani disoccupati che d’estate hanno qualche possibilità in più di trovare qualcosa da fare, riuscendo magari ad accumulare i contributi necessari per chiedere il sussidio. Ma quali sono i lavori estivi più gettonati? Andiamo a scoprirlo.

Il primo che viene in mente è senza dubbio il bagnino, lavoro simbolo dell’estate. Un ruolo di grande responsabilità, che richiede il possesso dell’apposito brevetto, ma pagato molto bene e che, soprattutto, lascia le serate libere ai ragazzi che vogliono anche godersi le gioie dell’estate.

Se poi non si ha avuto modo di prendere il brevetto, la spiaggia concede altre alternative. Si può puntare infatti al ruolo di aiuto-bagnino, lo spiaggino, il tuttofare degli stabilimenti balneari che sistema le sdraio, pulisce la spiaggia e aiuta i bagnanti. Se vi piace lavorare al mare e non avete paura del caldo, questo è il posto che fa per voi.

Ma se il bagnino è il lavoro più simbolico, quello forse realmente più gettonato è il cameriere. Basta farsi un giro per le strade di qualsiasi città turistica per vedere decine di cartelli fuori dai bar o dai ristoranti con la tipica scritta “cercasi cameriere”.

Inutile dire che sono in molti a cogliere l’occasione al volo, alcuni anche con la speranza di ottenere qualcosa in più di un contratto stagionale. Ristoranti di tutti i livelli, pub, gelaterie, locali notturni… i camerieri d’estate servono sempre. Un po’ più complicata la situazione per gli aspiranti barmam. Spesso infatti si richiede una certa esperienza nel servizio al banco che non tutti possiedono. Comunque, nel dubbio, vale sempre la pena provare.

Così come i bar e ristoranti, anche molti negozi di accessori e abbigliamento cercano personale di rinforzo durante l’estate. Molti di questi negozi, infatti, cominciano a restare aperti anche la sera e hanno bisogno di qualche ragazzo in più per la rotazione dei turni. Unica pecca in questo caso, è che si tratta spesso di negozi da donna e si tende ad optare per una commessa di sesso femminile che hanno più dimestichezza con un certo genere di prodotti.

Ma il lavoro per eccellenza per le giovani studentesse in pausa estiva è quello della baby-sitter. Non c’è niente da fare: le famiglie in cerca di aiuto per i propri piccoli si sentiranno sempre più sicure con una baby-sitter donna e sono davvero parecchie le ragazze ad approfittare di questa situazione, sia in privato, sia magari facendosi assumere in qualche colonia estiva o in qualche baby-parking.

Decisamente unisex, anche se richiede qualche competenza in più, il lavoro delle ripetizioni per gli studenti in difficoltà. Non dubitate, sono davvero tanti i ragazzini con uno o più debiti da saldare a settembre e qualcuno che dia loro ripetizioni di matematica, inglese, latino o altro è sempre ben voluto. Si tratta inoltre di un’ottima possibilità di ripassare le materie che si studiano all’università, o di approcciarsi al mondo dell’insegnamento.

Ma l’estate offre molto di più. I vari camping aperti solo da maggio e settembre cercano sempre dei tuttofare, ma anche giovani animatori in cerca di un lavoro più divertente e che permetta loro di entrare in contatto con tanta gente. Le possibilità sono sempre tante, basta saperle cogliere al volo.

Lascia un commento

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code