Crescono le richieste di piccoli prestiti: ecco i dati del 2019

Crescono le richieste di piccoli prestiti: ecco i dati del 2019

La voglia di spendere denaro e concedersi qualche piccola soddisfazione extra è sempre presente nella vita di ognuno di noi. I tempi attuali, senza dubbio, non permettono grandi sfarzi per la stragrande maggioranza delle persone, ma tutti noi ci ritroviamo a sognare, chi in un modo, chi nell’altro.

C’è chi ha il sogno di cambiare auto e concedersene una più bella e più potente, chi vuole comprare una motocicletta per fare un viaggio on the road, chi vorrebbe tanto passare qualche giorno di vacanza in uno di quei luoghi da copertina. Fino a qualche anno fa, rinunciare a questi piccoli ma grandi desideri era la cosa più ovvia e scontata.

Adesso, invece, sono sempre più gli italiani che cercano una possibile soluzione richiedendo piccoli prestiti personali. Osservando i dati, è semplice constatare quanto, soprattutto nell’ultimo anno, ci sia stato un notevole incremento di queste richieste. Ma andiamo ad analizzare la situazione nel dettaglio aiutandoci con i dati forniti dal sito ilprestitoperme.com/piccoli/ .

I dati Eurisc: incremento delle richieste dei piccoli prestiti

Per comprendere nel migliore dei modi in che misura sono aumentate le richieste di prestiti personali, abbiamo analizzato i dati forniti dall’Eurisc che non sembrano destare dubbi. Già soltanto analizzando il mese di gennaio 2019 salta all’occhio come l’incremento rispetto al 2018 sia stato addirittura del 12%. Una percentuale significativa, se pensiamo che negli scorsi anni non era quasi contemplata l’idea di poter usufruire di un prestito per far fronte a spese straordinarie.

Volendo analizzare in quali termini vengono effettuate le richieste di prestito, è evidente come siano maggiormente richieste cifre che vanno dai 5000 ai 10.000€. La richiesta di prestiti relativi alla fascia di prezzo inferiore e superiore a tali cifre è invece in netto calo.

Come scegliere la tipologia di prestito più adatta

Come già detto precedentemente, un prestito personale può essere un ottimo modo per ottenere il denaro necessario per saldare un debito, finanziare un progetto di miglioramento domestico, acquistare una nuova auto, fare un viaggio, pagarsi gli studi o per qualsiasi altra cosa.

Che si tratti di ottenere un prestito da una banca, un ente di credito o da un prestatore online, il processo è per lo più lo stesso. Ma è bene ottenere un prestito in modo intelligente. Questo ovviamente richiede un po’ di ricerca e cura in più per assicurarsi di ottenere la migliore offerta disponibile. Sono tanti infatti gli enti che si occupano di piccoli prestiti. È necessario valutare attentamente quali sono i tassi e le condizioni per ognuno di questi enti e procedere ad una selezioni che porti poi alla scelta definitiva della soluzione più adatta alle necessità del richiedente.

A seconda della situazione creditizia, potrebbe esserci o meno bisogno di un co-firmatario per ottenere l’approvazione per un prestito con un buon tasso di interesse. Se non si ha la possibilità di trovare un co-firmatario, potrebbe esserci la possibilità di ottenere un prestito personale garantito invece di uno non protetto.

La rapidità di avere un piccolo prestito

Soprattutto se parliamo di prestiti personali di basso importo, la velocità è una delle caratteristiche principali che rendono questa tipologia di prestiti diversa da altre tipologie, che solitamente richiedono circa 7/10 giorni lavorativi.

Per quanto concerne i piccoli prestiti, invece, la situazione è molto diversa: dopo aver fornito tutti i dati necessari alla richiesta del prestito, solitamente, se non ci sono problemi relativi al richiedente, l’ente finanziatore emette l’importo richiesto all’incirca entro 24 ore.

Si tratta quindi di una vera e propria boccata d’aria per i richiedenti, e forse anche per questo motivo, sta diventando una prassi sempre più sviluppata per sistemare i propri problemi economici o far fronte a spese improvvise che non possono aspettare.

Lascia un commento