In arrivo Nougat, l’ultima versione di Android

In arrivo Nougat, l’ultima versione di Android

Grandi novità in casa Google. Negli ultimi giorni è stato infatti rilasciato Android 7.0 Nougat, l’ultima versione del sistema operativo per smartphone e tablet. I primi dispositivi che nel corso delle prossime settimane riceveranno il tanto atteso aggiornamento, saranno come di norma quelli della famiglia Nexus di Big G a partire dal 6 in poi (il Nexus 5 del 2013 è escluso), seguiti dai device degli altri costruttori. Il primo smartphone con Nougat preinstallato sarà invece il V20, top di gamma di casa LG che arriverà nel terzo trimestre e che molto probabilmente verrà presentato nel mese di settembre all’Ifa di Berlino.

Molte le novità, sia estetiche che funzionali, introdotte con Nougat. Cinque di esse hanno attirato maggiormente la nostra attenzione. Prima fra tutte, la realtà virtuale: l’ultima versione di Android apre la porta a DayDream, la piattaforma per la realtà virtuale ‘mobile’ di Google. Grazie ad essa StreetView, YouTube, Foto, Play Store e Play Movies supporteranno tutti la realtà virtuale.

Nougat introduce inoltre il multitasking, con un multischermo che offrirà la possibilità di usare contemporaneamente due app che si dividono il display di smartphone e tablet. In questo Google segue Samsung e LG, che hanno da tempo inserito il multischermo nelle loro versioni personalizzate di Android.

Esattamente poi come succede già con Hangouts, si potrà rispondere ad una notifica ricevuta senza aprire l’applicazione anche con altri programmi. Le notifiche relative a una stessa app verranno inoltre raggruppate.

Grandi novità anche per quanto riguarda il risparmio energetico, grazie a “Doze on the go”, evoluzione della funzione “Doze” già vista su Android Marshmallow. Con essa, il telefono entra in una sorta di standby profondo non appena il display dello smartphone si spegne, anche se il dispositivo è “on the go”, in movimento insieme a noi in tasca o in borsa.

Nougat permetterà inoltre di rendere i propri smartphone più personali grazie all’integrazione di 1.500 emoji, di cui 72 nuove, e ai controlli veloci delle impostazioni che diventeranno del tutto personalizzabili.

Piccola chicca infine sul nome del nuovo sistema operativo: “Nougat” significa “torrone”, un nome che si inserisce alla perfezione nella tradizione Android. Per il suo sistema operativo, dalla terza versione in poi, Google ha infatti sempre usato nomi di dolci, da Cupcake e Donut, passando per Lollipop e Marshmallow, ma anche Eclair, Froyo, Gingerbread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jellybean e KitKat. Per delle dolci sorprese in arrivo…

Lascia un commento